Il metodo in 11 passi per creare la tua strategia aziendale ed essere sicuro di fare solo scelte profittevoli
Strategia & Business
Condividilo!

Il metodo in 11 passi per creare la tua strategia aziendale ed essere sicuro di fare solo scelte profittevoli

le regole del business

In questo articolo parliamo delle regole del business, di come guidare un’azienda nel mercato da protagonisti.

Iniziamo.

Ti siederesti mai ad un tavolo da gioco senza conoscerne le regole?

Stiamo parlando di giochi da grandi, giochi dove gli errori si pagano.

Facciamo il caso che entri in un casinò, su quale tavolo decidi di sederti per primo, sul tavolo dove conosci le regole del gioco?

Oppure su un tavolo qualsiasi perchè la promessa di poter vincere solo grazie alla fortuna è troppo forte per te?

Attento, non sto parlando delle tue esperienze natalizie.

Sto parlando di giochi da grandi, dove perdere significa mettere a rischio il futuro della tua azienda, il tuo futuro, il futuro dei tuoi cari.

Sto parlando del gioco del business.

A questo tavolo se perdi non te la cavi con qualche “centino”.

Anche perchè gli altri giocatori sul piatto hanno già messo tanti soldi, per farti giocare ti chiederanno di alzare la posta.

Adesso dimmi che tipo sei?

Sei il tipo che ti piace sedere al tavolo di un casinò ed investire subito somme pesanti senza conoscere le regole del gioco, oppure sei il tipo a cui piace giocare preparato sulle regole e con in tasca le strategie migliori per poter gestire la partita?

Bene, adesso vieni nel mondo reale.

Ti voglio coinvolgere su una riflessione importante, seguimi.

Hai fatto caso che la maggior parte degli imprenditori vuole giocare il gioco del business senza conoscerne prima le regole?

Parlo in particolare degli imprenditori che vogliono fare affari inseguendo i “miti del business”:

  • fai un prodotto di qualità
  • ci sai fare con i clienti
  • le persone parleranno del tuo prodotto vedrai
  • basta fare il prezzo più basso per attirare i clienti
  • ecc.

Sai perchè li chiamo i “miti del business”?

Perchè si riferiscono ad un “periodo economico” talmente distante dall’attuale momento storico che quelle credenze possono essere definite delle “leggende” ormai.

Questa che ti dico ora invece è la realtà.

Ogni anno vengono aperte circa 300.000 nuove imprese (fonte ISTAT).

Ma la maggior parte degli imprenditori non ha idea di cosa stia facendo, infatti il tasso di fallimento delle aziende è ai massimi storici: nel 2015 hanno chiuso oltre 142.000 imprese in tutto l’anno, che significa 390 imprese ogni giorno, cioè 16 aziende l’ora (da Rete Imprese Italia fonte QuiFinanza).

Capisci ora che le regole del gioco del business sono cambiate oppure pensi ancora che per stare sul mercato basta seguire i vecchi miti?

Le regole del business

Vediamo perchè è cambiato il modo di fare affari.

La nostra cultura economica si sviluppa soprattutto nel dopoguerra, in un periodo dove c’era tutto da costruire e tutto da produrre, le persone avevano bisogno di tutto.

Letteralmente.

Chiunque poteva aprire un impresa (anche tutta sballata) che aveva comunque ottime possibilità di fare soldi. C’era spazio per tutti. I mezzi di trasporto erano lenti e le comunicazioni quasi inesistenti.

La tua attività lavorava quasi sempre in regime di monopolio nella sua zona.

Per fortuna le cose poi sono migliorate (il tenore di vita).

Abbiamo iniziato a colmare ogni necessità di cui avevamo bisogno e i migliori mezzi di trasporto e di comunicazione ci hanno permesso di poter andare dal fornitore con il prezzo migliore.

E’ nata la concorrenza.

Semplice.

Da quel momento in poi con lo sviluppo ulteriore dei trasporti e delle comunicazioni la concorrenza è diventata globale, mentre al contrario si è ridotto il nostro desiderio e le nostre possibilità di comprare.

Per ogni azienda è diventato sempre più difficile ed asfissiante farsi trovare, farsi preferire dai clienti.

Le aziende migliori hanno studiato la nuova situazione (hanno capito quali sono le nuove regole del business) e si sono adeguate.

Infatti le prime hanno subito guadagnato molti soldi, preso tutto il banco e lasciato solo”gli spicci” alla concorrenza.

Inevitabile, se sei l’unico che conosce le regole del gioco mentre tutti gli altri sognano che si possa tornare a giocare ad un gioco del passato…

Ma andiamo avanti.

Ora come vedi dai dati che ti ho raccontato sopra, ancora in molti si vogliono sedere al tavolo da gioco, ma nessuno si prepara prima sulle regole e le strategie per vincere.

Sai come finisce?

Si fanno spennare come polli!

Quando poi non  hanno più un soldo da poter cacciare vengono gettati fuori dal tavolo come dei rifiuti.

O pensavi davvero che ci possa essere qualcuno disposto a confortarti dopo che hai fallito?

le regole del business

Adesso ascoltami un secondo.

Non c’è nessuna possibilità che si torni indietro a giocare senza regole, il business è cambiato e non sarà mai più come una volta.

Punto.

Ora stare sul mercato segue dei principi che tengono in considerazione la concorrenza.

Il tuo mercato ha delle regole e tu le devi conoscere se vuoi avere qualche possibilità di vittoria. Altrimenti non hai nessuna possibilità di farcela.

Allora cosa puoi fare?

Devi lavorare sulle basi, sui principi e da lì capire le regole per giocare.

Se sei bravo e ci sai fare puoi anche riuscire ad inventare tu il tuo gioco e dettare tu le tue regole. Ed è qui che si fanno i soldi veri!

Altrimenti segui il semplice metodo che ti riporto di seguito per capire quali sono le regole del tuo settore.

Il metodo in 11 passi per costruire la tua strategia aziendale evitando i rischi e gli inutili investimenti.

Ecco in modo semplice come affrontare il tuo mercato per scovarne le regole segrete (sperando che il tuo concorrente non stia già lavorando per questo…).

Il metodo in 11 passi per costruire la tua strategia vincente sul mercato:

  1. chi è il tuo cliente qual’e la sua motivazione all’acquisto
  2. perchè il cliente dovrebbe scegliere il tuo prodotto o servizio e non quello della tua concorrenza
  3. dall’analisi di come il cliente sta già affrontando gli stessi problemi che tu stai cercando di risolvere, quali possono essere le motivazioni per cambiare il suo modo di affrontarli
  4. come sono fatti i tuoi potenziali clienti e come poterli raggiungere con successo (vendere) con i tuoi prodotti e servizi
  5. quali sono le caratteristiche dei tuoi prodotti e servizi affinchè il cliente sia felice di spendere i suoi soldi con la tua azienda ogni volta che gliene darai l’occasione
  6. come dovrà essere il processo di vendita che soddisfa il cliente e come dovrà essere strutturata l’organizzazione che lo supporta
  7. qual’è il segmento di mercato dove si dovrà collocare l’azienda, quali sono le caratteristiche
  8. quali dovranno essere i tuoi processi di marketing e di comunicazione per raggiungere i clienti
  9. quali saranno di conseguenza i processi di approvviggionamento, di produzione o di erogazione del servizio per facilitare il processo di acquisto dei clienti e renderli felici
  10. come dovrà essere progettato il business affinchè la tua azienda abbia il controllo, del fatturato, dei clienti e quindi degli utili
  11. quali sono i piani strategici e finanziari dell’azienda o gli eventuali investimenti per massimizzare la produzione di profitti

Un ultimo suggerimento, non ti sedere subito al tavolo con i più grandi a scommetere somme pesanti se ancora non hai capito bene le regole.

Inizia per gradi, solo quando avrai preso dimestichezza con le vendite ed i clienti potrai permetterti d’investire  somme sempre più grandi con la certezza di vincere.

Adesso sta a te.

Ad maiora!

******************************************************************

Se vuoi l’aiuto di un professionista del business, uno che conosce le regole, uno che ti può portare a fare le giuste esperienze sui tavoli di prova (es: fare test sul mercato) senza buttare soldi in sogni che poi non accadono….

Chiedimi una consulenza.

Contattami qui e vediamo insieme come ti posso aiutare.

Vittorio Pupillo

Leave a Comment: