Principi del business: perchè il mercato italiano sembra non rispettare i principi fondamentali
Strategia & Business
Condividilo!

Principi del business: perchè il mercato italiano sembra non rispettare i principi fondamentali

principi del business

Parliamo dei principi del business.

Per business intendiamo produrre un bene (oppure un servizio), per cui qualcuno è disposto a scambiare i propri soldi.

Per essere precisi, uno scambio diventa business quando ne ricavi un guadagno.

In pratica la parte che produce il bene o servizio guadagna perchè sopra il prezzo di vendita applica un margine.

Sembra che alla fine sia tutto qui…

Oppure pensi che le cose siano un pochino più “complesse“?

Ecco perfetto, se ti stai facendo davvero questa domanda sei sulla strada giusta.

Per produrre profitto c’è bisogno di qualcosa in più.

In questo articolo parliamo proprio di questo, cioè del principio base che guida il business e la produzione dei relativi profitti.

Segnati subito questo principio strategico:

In un business solido, il guadagno è sempre per entrambe le parti (fornitore – cliente).

Punto.

Vediamo perchè.

Chi vende guadagna il corrispettivo in denaro pari al valore con cui riesce a far percepire la proria attività o il proprio bene. Chi compra guadagna la soluzione ad un proprio problema (oppure il piacere di possedere un oggetto o di ricevere un servizio che lo fa sentire bene, che comunque sarà sempre riconducibile al risolvere un problema).

Mi stai seguendo?

Ti sembra ovvio, o no?

Perchè il mercato italiano sembra non rispettare i principi del business

Nonostante quanto appena affermato, nelle imprese che ti circondano è ancora molto diffuso il modo di lavorare opposto, quello per cui sono convinti che fornire un prodotto al di sotto delle aspettative o ritardare un pagamento sia una mossa da “furbi” e da grandi manager!

Gli imprenditori e i manager che si comportano in questo modo sono gli stessi che poi senti lamentarsi che i clienti non tornano, che i clienti vanno dalla concorrenza, che non riescono a fare il prezzo basso per essere competitivi, che i dipendenti sono dei cialtroni, che i fornitori non ti consegnano i prodotti se non li paghi, ecc.

La situazione in cui si trovano questi “manager” l’hanno creata da soli con  la loro strategia sul mercato.

Allora, come deve essere regolato un business che funzioni e che produca profitti?

Si deve basare sul semplice principio strategico di

risolvere veramente i problemi al cliente

Fine.

Con la grande concorrenza che ti circonda non è più assolutamente accettabile un lavoro approssimativo.

Mi rendo conto che 50 anni di rapporto clientelare con la pubblica amministrazione ha viziato il comportamento dell’impresa italiana su un livello “appena sufficiente”, ma oggi questo non è più sostenibile.

Anche a livello personale siamo abituati che quando abbiamo rapporti con la pubblica amministrazione ci accontentiamo del livello basso che ci forniscono. Del resto non abbiamo scelta e “facciamo di necessità, virtù“.

Però quando paghi direttamente per un prodotto o servizio vuoi indietro qualcosa di fatto bene.

Altrimenti non sei disposto a fare nessuno scambio, transazione, affare che dir si voglia.

O no?

Aspetta ho capito. Viviamo in una situazione politica e sociale dove si fa un gran parlare di “accontentarsi…”. Tutti i giorni ti viene ripetuto che:

  • “è meglio quello che hai, che niente”
  • “certo poteva essere fatto meglio, ma almeno così muoviamo qualcosa”
  • “queste sono le persone che ci sono, te le devi tenere”
  • “abbiamo lavorato intensamente ma questo non è una priorità”
  • ecc.

Il tutto sempre senza fornire nessun tipo di risultato nè di garanzia.

Questo funziona perchè l’apparato pubblico lavora in regime di monopolio, quindi senza concorrenza. Pensa cosa succederebbe se ai cittadini insoddisfatti fosse permesso di essere amministrati da una altro stato?

Bene. Ora però torniamo con i piedi per terra, con la necessità di portare avanti i propri affari, nonostante tutto.

Il mondo dell’economia e dell’impresa funziona tutto al contrario.

E’ un universo dove ogni azione viene misurata dal valore e dalla soddisfazione che genera.

Proprio per questo, una delle strategie più semplici per far crescere gli affari (che ti consiglio di valutare subito) è proprio quello di ristrutturare i processi interni sulla base della soddisfazione del cliente finale e non solo sulla base della ottimizzazione dei costi (che molto spesso porta invece a risultati opposti, scarsa qualità del prodotto/servizio con conseguente riduzione della soddisfazione dei clienti, quindi riduzione delle vendite).

Se vuoi che la tua azienda produca profitti devi pensare di lavorare mantenendo sempre un forte patto con i tuoi clienti (che poi è anche una potentissima arma di marketing!)

Condividilo con chi non si accontenta!

E fammi sapere cosa ne pensi.

Ad maiora!

PS: se vuoi leggere cosa significa una consulenza di strategia aziendale: clicca qui!

Leave a Comment: