Strategia aziendale

La strategia aziendale è l’insieme delle decisioni che permettono di stabilire gli obiettivi della tua impresa e la direzione utile per raggiungerli nei modi e nei tempi previsti.

In altri termini, progettare una strategia aziendale significa realizzare una visione pianificata del tuo business, in grado di evidenziare vantaggi competitivi rispetto alla concorrenza, sostenibili nel tempo, che possano farti giungere alla meta desiderata.

Facile? Certamente, no!

Realizzare una corretta strategia aziendale significa infatti mettere in campo un’importante serie di risorse specializzate a supporto del management, permettendo alla guida aziendale di adottare quelle decisioni di pianificazione strategica cruciali per orientare l’organizzazione verso gli obiettivi attesi, in un contesto che tende a cambiare in maniera continua e dinamica.

Ma come si può realizzare, allora, una strategia aziendale? E che cosa posso fare per chi, come te, è alla ricerca di una buona consulenza sulla pianificazione strategica?

Strategia aziendale, quali sono le sue componenti principali

In primo luogo, permettimi di semplificare questo tema che, evidentemente, è ricco di complessità: quando parliamo di strategia aziendale parliamo innanzitutto di decisioni. E quando parliamo di decisioni, parliamo della necessità di soffermarsi su almeno quattro elementi di maggiore rilievo, che andranno a comporre la tua mission.

Le componenti ricorrenti di una strategia aziendale sono infatti:

strategia aziendale
  • l’individuazione del mercato di riferimento e dei clienti ai quali vogliamo rivolgerci, al suo interno
  • i prodotti e i servizi che andranno a comporre la tua offerta
  • i vantaggi competitivi di cui l’azienda dovrà disporre, ovvero l’evidenza di quegli elementi che dovrebbero indurre i clienti a comprendere che la tua offerta ha un maggiore valore rispetto a quella dei concorrenti e, come tale, sarebbe da preferire
  • in che modo desideriamo realizzare e comunicare la nostra offerta ai destinatari.

Rispondendo a queste domande così essenziali, l’imprenditore è di norma già in grado di assumere alcune decisioni necessarie per dirigere la propria attività aziendale verso la meta. E, così facendo, costruire la propria mission, ovvero il disegno strategico dell’impresa.

Insomma, se ami le vie brevi e concise, puoi considerare la strategia aziendale come un’attività di pianificazione che serve a individuare e condividere vantaggi competitivi con la clientela, sostenibile negli anni senza squilibrare la tua struttura aziendale. Ma come riuscirci?

Se hai letto con attenzione le righe che precedono, dovresti aver notato che mi sono soffermato più volte sui vantaggi competitivi, vera e propria arma vincente nella lotta competitiva che dovrai affrontare ogni giorno sul mercato.

Ma da dove arrivano i vantaggi competitivi che dovrebbero costituire il cuore della tua strategia aziendale?

Le fonti del vantaggio competitivo sono, in verità, piuttosto numerose. E il fatto che di norma si integrino tra di loro dovrebbe lasciarti comprendere come la pianificazione strategica aziendale non sia un’attività esauribile in pochi minuti.

Con un impegno di sintesi, però, posso comunque ricondurre le principali determinanti di vantaggio competitivo nelle seguenti tre aree:

  • i costi
  • la differenziazione
  • la focalizzazione.

Osserviamo ciascuna di queste aree con maggiore attenzione.

vantaggio strategia aziendale
01.

Costi

Per quanto attiene i costi, si è soliti riferirsi alla capacità dell’azienda di avere dei costi caratteristici inferiori a quelli dei concorrenti e, dunque, applicare prezzi finali minori dei competitor.

Certo, puoi stabilire dei prezzi inferiori ai concorrenti anche avendo costi comparabili ma, evidentemente, sacrificando la tua marginalità. E sono convinto che tu non voglia lavorare senza remunerare i tuoi sforzi!

Dunque, questa strada risulterà essere percorribile solamente da chi, nella fase di progettazione, riuscirà a garantirsi costi sensibilmente inferiori ai concorrenti diretti in virtù di economie di scala, miglioramento dei processi aziendali, maggiore potere contrattuale nei confronti dei fornitori, e così via.

differenziazione strategia aziendale
02.

Differenziazione

La seconda leva è quella della differenziazione. Ed è qui che, generalmente, si concentrano i maggiori sforzi in ottica strategica, considerato che il vantaggio competitivo sui costi è ben più difficile da mantenere nel tempo.

Quando mi riferisco alla differenziazione, mi riferisco in particolar modo alla possibilità che la propria offerta si caratterizzi per termini specifici e peculiari tali da renderla riconoscibile e preferibile rispetto a quella dei concorrenti.

Puoi differenziare la tua offerta in tanti modi: qualità e prestazioni del prodotto, servizi accessori, design, assistenza al cliente e altro ancora. Maggiore sarà la percezione dei termini distintivi da parte del tuo cliente e maggiore sarà anche la possibilità di poter applicare dei prezzi maggiori rispetto ai concorrenti.

specializzazione strategia aziendale
03.

Focalizzazione

Giungo infine alla focalizzazione, la terza principale leva strategica. Ovvero, la ricerca del vantaggio competitivo attraverso la specializzazione e, dunque, la possibilità di rivolgersi con la propria offerta a una nicchia, un segmento limitato di mercato.

Naturalmente, questo approccio strategico sarà tanto più percorribile quanto, all’interno del mercato, siano individuabili più segmenti di clientela.

Il ruolo della consulenza nella strategia aziendale

Effettuare un processo di analisi di mercato e aziendale, individuare le aree di miglioramento, le leve da attivare per posizionare la tua azienda e, in generale, compiere tutte le attività propedeutiche alla valorizzazione e alla rivalorizzazione del tuo business sono, intuibilmente, interventi molto importanti e molto complessi.

D’altronde, queste attività impatteranno in modo spesso significativo sull’assetto aziendale e, di frequente, richiederanno valutazioni integrate di molti aspetti collegati.

È proprio per questo motivo che in tale ambito diventa fondamentale il supporto di un consulente di strategia aziendale che possa supportarti nell’assunzione delle necessarie decisioni.

Oltre a mettere in campo la propria esperienza e la propria consulenza specifica in materia, il consulente aziendale sarà altresì in grado di agire da esterno alla struttura aziendale, evitando condizionamenti e influenze che possono invece impattare sul management dopo mesi o anni di abitudini e prassi consolidate.

Ecco perché, se vuoi saperne di più su come puoi realizzare o rivedere la tua strategia aziendale, ti consiglio di contattarmi ai recapiti che trovi in questa pagina: valuteremo insieme quali siano le caratteristiche della tua impresa e in che modo posso aiutarti ad assumere quelle consapevoli decisioni che la avvicineranno al conseguimento degli obiettivi attesi, nei tempi e nei modi attesi.

 

Torna su