Lean thinking: significato, filosofia e processi

lean thinking

Il lean thinking (pensiero snello) è uno stile manageriale che ha come finalità quella di abbattere gli sprechi e creare processi efficienti che abbiano al proprio centro il cliente e la responsabilizzazione di tutte le risorse aziendali, orientandole verso la creazione di un maggiore valore aggiunto in un’ottica di miglioramento continuo.

Lean thinking Significato e Filosofia

Introdotto cosa sia il lean thinking, cerchiamo di comprendere insieme quali siano i concetti base e ispiratori di questa vera e propria filosofia.

La filosofia lean thinking poggia le proprie convinzioni su:

  • Centralità sul cliente: il cliente è il punto fondamentale di tutto il lean thinking. L’azienda dovrà dunque orientare tutte le proprie iniziative per trasferire al destinatario finale il valore che questi si attende. Nella centralità del cliente rientra peraltro non solamente quello esterno, quanto anche quello interno;
  • Ruolo delle persone: il lean thinking si basa sul concetto di fare bene le cose (Monozukuri) e tale approccio può essere garantito solamente partendo dalla capacità di gestire le persone (Hitozukuri). Dunque, l’ottenimento di risultati importanti e duraturi è possibile solo con il continuo lavoro delle persone che operano in azienda verso l’obiettivo comune;
  • Riduzione degli sprechi: un concetto fondamentale del lean thinking è la lotta agli sprechi, intesi come attività che impegnano risorse ed energie senza però aggiungere valore al proprio prodotto o servizio e, dunque, senza fornire valore al cliente;
  • Miglioramento continuo: il concetto del Kaizen è un altro perno intorno a cui costruire il lean thinking nella propria azienda, tenendo conto che niente è perfetto e che tutto può essere migliorato. Dunque, tutto il personale dell’organizzazione dovrà partecipare al miglioramento continuo verso obiettivi definiti e condivisi.

Principi del lean thinking

Womack e Jones hanno identificato i 5 principi del lean thinking che devono essere integralmente accolti da un’azienda per adottare questa filosofia organizzativa. Proviamo a riassumerli sinteticamente:

  • Valore: l’azienda deve ripensare al valore dal punto di vista del cliente, avendo in considerazione il fatto che solamente una piccola parte delle proprie azioni e del proprio tempo è in realtà impiegata per fornire effettivo valore al cliente. Bene dunque rimuovere tutti gli sprechi per concentrarsi esclusivamente sulla generazione di un maggiore valore
  • Mappatura dei processi aziendali: l’azienda deve mappare il flusso del valore per avere una rappresentazione puntuale che possa consentirgli di far emergere gli sprechi
  • Flusso di riduzione del lead time: i processi devono essere riorganizzati in maniera tale che i flussi di produzione e di servizio delle attività non abbiano interruzioni. Le tecniche lean dovrebbero aggiungere valore in ogni fase, fino all’ultimazione del flusso
  • Pull: l’azienda dovrebbe far tirare la produzione dal cliente, in modo tale che output e fornitura siano coordinate con le richieste di mercato
  • Impegno costante: tutta l’organizzazione deve essere orientata al miglioramento continuo, in modo tale che tutte le risorse possano fornire un contributo costante verso l’efficienza.

Applicazione del lean thinking

Ciò premesso, per applicare il lean thinking consiglio sempre di partire dal fattore umano, coinvolgendo le persone che operano nell’organizzazione e supportando la loro crescita e la loro motivazione. Un’azienda che desideri optare per il lean thinking non può non sensibilizzare positivamente tutto il personale.

Se vuoi saperne di più, ti consiglio di contattarmi oggi a questi recapiti e fissare un primo appuntamento. Potrai parlarmi delle caratteristiche della tua azienda e di cosa ti aspetti dal futuro. Verificheremo insieme come puoi applicare il lean thinking nella tua organizzazione e come puoi raggiungere i migliori risultati rivedendo la filosofia e la cultura della tua azienda.

Torna su