Business Plan Esempio e consigli per fare profitti con questo modello

business plan esempi

Stai cercando informazioni su un Business Plan Esempio?

Prima di procedere, permettimi di ricordarti che il business plan è un documento che l’imprenditore può usare per delineare la propria strategia aziendale, stabilendo gli obiettivi e i percorsi utili per il loro conseguimento.

Ma come fare un business plan? Ci sono dei modelli da cui prendere esempio?

Prima ancora di comprendere come fare profitti attraverso questo modello, ti consiglio di approfondire il tema su questa guida al business plan, dove ho descritto perché non ne puoi fare a meno, cosa devi fare e perché è fondamentale consultare un professionista di questo settore per ottenere i migliori risultati.

Nelle prossime righe vedremo invece un esempio di business plan, con qualche consiglio per realizzarlo al meglio.

Modello di business: esempio da usare

Come anticipato nelle righe di apertura di questo articolo, oggi voglio condividere con tutti i miei lettori un esempio pratico di business plan, guidandoti – punto per punto – nella redazione delle giuste informazioni di questo importante documento.

Per motivi di sintesi, in questo esempio business plan sarò piuttosto conciso nel fornirti qualche spunto. Evidentemente, se vuoi saperne di più ti invito subito a contattarmi!

Sintesi dell’impresa e/o del progetto

Nella prima parte informativa di un Ultimate Business Plan descrivi la tua impresa, i suoi fondatori, quali sono i suoi obiettivi, cosa propone e in cosa si distingue dalla concorrenza. Cerca anche di riassumere dove vuoi arrivare nei prossimi anni e quale progetto vuoi presentare al mercato.

In tale ambito introduttivo non è necessario essere particolarmente generosi di dettagli: si tratta infatti di una sintesi introduttiva che serve a delineare un quadro complessivo che specificherai maggiormente nei prossimi punti.

L’impresa e l’imprenditore

Un’area informativa molto importante è legata a quella di presentazione dell’impresa e dell’imprenditore.

È qui che trova spazio la descrizione della storia e delle caratteristiche della società, così come quelle dell’imprenditore o del nucleo imprenditoriale, le proprie esperienze passate e i ruoli ricoperti all’interno dell’organizzazione.

Il mercato

Tra le sezioni informative del business plan una delle principali è certamente rappresentata dal mercato di riferimento dell’impresa: troverà qui spazio la descrizione del mercato di sbocco e dei segmenti, le dimensioni attuali e le prospettive di sviluppo, le caratteristiche della clientela e i risultati delle eventuali ricerche di mercato.

Se preferisci, è qui che puoi parlare anche del mercato di approvvigionamento (oppure, se preferisci rendere l’esposizione più ordinata, puoi trattarlo in una parte separata): identifica quali sono le tue principali fonti, che caratteristiche hanno e quale sia il potere contrattuale dei fornitori.

I concorrenti

Salvo l’improbabile caso che la propria impresa operi in un regime di monopolio, l’organizzazione dovrà quotidianamente scontrarsi con i competitor. Meglio conoscerli a fondo, no?

In questa sezione del business plan dovresti scrivere in che modo è strutturata l’offerta, con il profilo dei principali concorrenti diretti e la descrizione dei potenziali margini di ingresso di nuovi operatori.

Dovrai in questa fase analizzare anche per quali motivi ritieni che i prodotti della concorrenza non siano in grado di soddisfare adeguatamente le esigenze del mercato, e quali siano i rischi di un prodotto sostitutivo.

Il prodotto / servizio

Giunge quindi il momento di parlare del bisogno che intendi soddisfare e del prodotto / servizio con cui vuoi realizzare le esigenze della clientela. Concentrati sugli aspetti di maggiore interesse, sottolineando quali siano le determinanti del successo della tua proposta rispetto a quella dei concorrenti.

Il piano di marketing

Una delle sezioni più interessanti del business plan è quella del piano di marketing, con cui dovrai dettagliare in che modo ritieni di poter orientare le leve del marketing mix. Che prezzo avrà il tuo prodotto? Come comunicherai al mercato? Che canali di promozione e di distribuzione intendi adottare?

Il budget e le proiezioni economico-finanziarie

Un business plan non può dirsi tale se non descrive in che modo ritieni che si evolveranno le condizioni economico-finanziarie in cui opererai.

Elabora pertanto conti economici, stati patrimoniali e flussi finanziari previsionali, riclassificali per calcolare indici e margini, e indica quando intendi raggiungere il break even point, come soddisfare il fabbisogno finanziario e come remunerare gli shareholders.

Se vuoi saperne di più su come realizzare un business plan vincente per la tua impresa, chiedimi una consulenza: scopriremo insieme come fare!

Scarica ORA GRATIS ​il report intitolato:

“Come PRENDERE DECISIONI di BUSINESS senza rischi"

Vuoi davvero trasformare la tua azienda in una macchina da soldi?
Non perdere altro tempo con consulenze teoriche e accademiche, scopri qual è il metodo giusto per realizzare il tuo obiettivo

Torna su