Patrimonio netto negativo: indicatore di crisi e conseguenze

patrimonio netto negativo

Il patrimonio netto negativo, o al di sotto dei limiti di legge, è uno degli indicatori più chiari di crisi aziendale.

Ma per quale motivo? E quali sono le conseguenze del patrimonio netto negativo?

Patrimonio netto, quali sono le voci che lo compongono

Per comprendere quali siano le conseguenze di un capitale netto negativo è prima di tutto opportuno condividere quali siano le voci che lo compongono.

Proviamo a schematizzarlo, richiamando alla memoria la Voce A dello stato patrimoniale del passivo:

Patrimonio netto:

I – Capitale

II – Riserva da sovraprezzo delle azioni

III – Riserve di rivalutazione

IV – Riserva legale

V – Riserve statutarie

VI – Altre riserve, distintamente indicate

VIII – Utili (perdite) portati a nuovo

IX – Utile (perdita) dell’esercizio.

X – Riserva negativa per azioni proprie in portafoglio

Il totale ottenuto dalle voci sopra indicate deve tuttavia essere rettificato, sottraendo:

  • Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti
  • Dividendi deliberati ma non contabilizzati.

Al termine di queste rettifiche si otterrà, finalmente, il patrimonio netto.

Ma quali sono egli effetti di un capitale netto negativo?

Patrimonio netto negativo: conseguenze

In caso di patrimonio netto negativo l’organo amministrativo della società deve convocare tempestivamente l’assemblea per valutare in che modo poter ristabilire una situazione di regolarità patrimoniale.

L’immediatezza della convocazione dell’assemblea è cruciale. Non solamente il patrimonio netto negativo è un chiaro indicatore di difficoltà nella gestione imprenditoriale, bensì è anche una causa di scioglimento della società di capitali.

Di qui la necessità di approntare una pronta gestione di tale scenario, con l’organo amministrativo che dovrà proporre una serie di soluzioni utili per uscire dalla situazione di criticità.

Come ristabilire un patrimonio netto positivo

Le soluzioni che possono essere prospettate per ristabilire una situazione di regolarità patrimoniale sono numerose e, evidentemente, la scelta di un percorso non potrà che essere attentamente valutato all’interno di una strategia di successo spesso formulata dal consiglio di amministrazione (o dall’amministratore unico) in compagnia di un esperto consulente.

Tra le principali alternative ricordo:

  • versamento di capitale/riserve da parte degli attuali soci, al fine di riportare il patrimonio netto al di sopra dei minimi di legge;
  • trasformazione giuridica, con passaggio da società di capitali a società di persone (all’interno delle quali non è previsto un minimo legale, considerato che prevale l’elemento personale);
  • delibera di liquidazione della società;
  • prosecuzione dell’attività con un patrimonio netto negativo, con l’effetto che la società opererà di fatto come società di persone, con ciò che ne consegue in capo alla responsabilità del patrimonio personale dei soci;
  • apertura della società all’ingresso di nuovi soci.

Come intuibile, ciascuna delle strade sopra delineate si distingue per profondi elementi di specificità. E, peraltro, l’una non esclude necessariamente le altre.

Come evitare il patrimonio netto negativo?

Ma è possibile evitare un patrimonio netto negativo?

La risposta è sicuramente positiva.

In primo luogo, un’attenta gestione della situazione economica, finanziaria e patrimoniale della società non potrà che essere in grado di intercettare tempestivamente ogni segnale di crisi. Pertanto, anche se il patrimonio netto negativo viene generalmente attestato in sede di chiusura del bilancio ufficiale, un opportuno sistema gestionale deve rilevarlo in modo anticipato, attraverso periodiche verifiche delle voci patrimoniali.

Ciò premesso, il segreto per evitare una condizione di patrimonio netto negativo non può che essere quello di un’accorta pianificazione: un business plan che possa guidare la propria iniziativa di impresa negli anni, in modo sostenibile, è certamente un passaggio obbligato verso il mantenimento di un capitale netto positivo e coerente con i propri progetti.

Se vuoi saperne di più su come imparare a gestire correttamente e efficacemente il patrimonio della tua azienda contattami subito: valuteremo insieme come realizzare le strategie di maggiore successo per il futuro del tuo business!

Scarica ORA GRATIS ​il report intitolato:

“Come aumentare fatturato e margini"

Senza bruciare tempo e denaro in attività inutili e costose, grazie al metodo Strategia e Business

Torna su