I 2 ERRORI FATALI nel lancio di un nuovo prodotto, sconosciuti anche agli imprenditori più esperti. Errori che, se non conosci, TI BRUCIANO L'INVESTIMENTO!
Strategia & Business
Condividilo!

I 2 ERRORI FATALI nel lancio di un nuovo prodotto, sconosciuti anche agli imprenditori più esperti. Errori che, se non conosci, TI BRUCIANO L’INVESTIMENTO!

lancio di un nuovo prodotto

Sei un imprenditore o un manager che ha deciso di lanciare un nuovo prodotto?

Hai già progettato nei dettagli il tuo business plan, hai costruito il prototipo del tuo prodotto, testato l’efficacia e l’interesse del tuo prodotto con i clienti?

Quindi ti trovi comodamente nel punto in cui sei sicuro che il tuo prodotto piace ai clienti.

Finalmente è giunto il momento di iniziare a fare business sul serio, cioè:

  • iniziare la produzione
  • fare marketing per far conoscere il prodotto a tutto il tuo mercato
  • vendere il prodotto
  • incassare i profitti

Giusto?

Bene.

Peccato, che esistono ancora PERICOLI in grado di mettere in crisi il tuo progetto e far FALLIRE  la tua impresa.

Te ne parlo prendendo come esempio la storia di un’azienda israeliana che aveva fatto tutto benissimo, ma che purtroppo è fallita PRIMA DI RAGGIUNGERE IL MERCATO.

Quello che ti sto per raccontare è accaduto poco più di un anno fa.

Vediamo di cosa si tratta.

Un imprenditore israeliano, Yekutiel Sherman, ha un’idea brillante: creare una custodia per smartphone che abbia già integrato il bastoncino per i “selfie”.

Una custodia di dimensioni simili a quelle normalmente in commercio, ma con un meccanismo per far uscire un bastoncino retrattile, solido e non ingombrante.

soglia di accesso

soglia di accesso

L’idea è interessante e piace subito ai clienti a cui la propone.

Sul mercato non esisteva nulla di simile.

Sherman impiega un anno nella progettazione e nei test del suo prodotto. Ha dei fondi da parte che decide d’investire nel suo progetto: creare un’azienda dedicata alla produzione dello Stikbox (questo è il nome originale che aveva pensato per il suo prodotto).

Completata la progettazione e i test, si trova finalmente a dover organizzare la produzione e il lancio definitivo sul mercato del suo prodotto.

Decide di fare il lancio sul mercato attraverso la piattaforma Kickstarter. Sistema che permette con un’unica operazione sia il lancio sul mercato che la raccolta fondi per la produzione.

Per chi non sapesse cosa fosse Kickstarter (www. kickstarter.com), questa è una piattaforma web di crowdfunding, cioè un posto dove raccogliere contributi a sostegno di un’idea o di un prodotto. Da notare che le idee e i prodotti, per essere finanziati, non devono essere necessariamente innovativi, devono solamente saper attrarre l’attenzione dei potenziali clienti.

Su internet esistono diverse piattaforme dedicate al finanziamento di progetti attraverso la raccolta di contributi, alcune anche specializzate in settori specifici. Tra tutte, Kickstarter è la piattaforma di crowdfunding più famosa ed importante del momento.

Adesso torniamo al progetto di Yekutiel Sherman.

L’imprenditore decide di promuoversi su Kickstarter.

Prepara tutto il marketing necessario per il “lancio di un nuovo prodotto” e inizia la campagna di crowdfunding.

LA BRUTTA SCOPERTA

Nel dicembre del 2015, dopo appena una settimana dal lancio della sua campagna, scopre che il suo prodotto (identico) è già in vendita su Aliexpress (Aliexpress è la versione di Alibaba in lingua inglese; Alibaba è il più grande store on line di lingua cinese, cioè il più grande concorrente mondiale di Amazon).

Lo shock del giovane imprenditore israeliano non fu solo per aver trovato il suo prodotto (stesso esatto design, addirittura lo stesso nome) già realizzato ed in vendita in un altro luogo (in Cina appunto). Ma aver visto come aziende specializzate riescano a:

  1. copiare, produrre e mettere in commercio un nuovo prodotto in una settimana;
  2. vendere ad un prezzo inferiore di circa l’80% del prezzo originale pensato dall’imprenditore israeliano; il prezzo più basso era di circa 10$, contro i 47$ (39£ la richiesta originale) con cui pensava di vendere Sherman il suo prodotto.

Puoi leggere di questa storia e di altre storie di prodotti copiati a questo link.

Ma torniamo all’argomento dell’articolo.

I 2 ERRORI FATALI da evitare nel lancio di un nuovo prodotto per non fare la fine del povero Sherman!

 

Errore FATALE n°1: Ignorare la Soglia di Accesso

Definiamo soglia di accesso di un business la difficoltà che avrà un potenziale concorrente ad entrare nel tuo stesso business.

Nel caso dello “Stikbox” la soglia di accesso sarebbe stata la difficoltà per un concorrente di progettare e produrre un prodotto concorrente: evidentemente troppo bassa.

Tieni conto che eventuali concorrenti faranno meno fatica di quanta ne hai fatta tu a mettere sul mercato un prodotto simile al tuo, perché beneficeranno di:

  • un prodotto funzionante da copiare (eviteranno di fare ricerca e prototipi)
  • un mercato già stimolato dal prodotto esistente (l’investimento in marketing educativo sarà quasi assente)
  • minori rischi finanziari (la tua esperienza li aiuterà ad evitare rischi inutili)

Soluzione N.1

Cosa possiamo imparare dal fallimento di questo progetto?

Il lancio di un nuovo prodotto o di un nuovo business non è mai fatto nel vuoto, ma devi farlo in relazione alla concorrenza.

L’analisi della concorrenza è la cosa più importante da fare per ridurre i rischi di qualsiasi decisione su un nuovo business.

Anche se questo potrebbe non essere facile. Come è successo infatti al povero Sherman, che non immaginava nemmeno potessero esistere aziende cinesi in grado di copiare il suo prodotto in una settimana.

Quindi,cosa fare?

Devi quantificare la soglia di accesso del tuo nuovo business.

Significa capire quali aspetti ti possono dare un vantaggio rispetto alla concorrenza e calcolare quanto costerebbe, in termini di soldi e di tempo, alle altre aziende seguirti nella tua impresa.

Sei in grado di calcolare la soglia di accesso del tuo business?

 

Errore FATALE n°2: Scegliere il mercato “sbagliato”

Il secondo problema da affrontare riguarda la scelta del mercato, cioè dove vendere il prodotto.

Qualunque sia il prodotto (business) che stai per lanciare sul mercato, per qualunque valore di soglia di accesso, sarà molto difficile non trovare concorrenti sufficientemente ricchi, pronti a superare qualunque soglia quando capiscono che il tuo business è sufficientemente profittevole.

A questo punto la scelta del luogo fisico dove fare mercato diventa una scelta importante.

Soluzione N. 2

La scelta del mercato dove promuovere e vendere il prodotto è una scelta strategica. Coinvolge direttamente:

  • il processo di vendita
  • i mezzi di promozione
  • la distribuzione
  • il volume della produzione
  • il valore dell’investimento
  • la sostenibilità del progetto

Se il tuo prodotto è realmente innovativo e non hai grandi risorse per gestire un prodotto su scala mondiale (come possono fare aziende tipo Google, Samsung, General Electric, Nestlè, Procter&Gamble, ecc.), la scelta migliore è quella di iniziare su un mercato ristretto, affermarsi come brand e solo poi preparare il passaggio a mercati più grandi.

Strategia simile a questa descritta è stata seguita ad esempio dalla Red Bull per il suo “energy drink”. L’azienda ha sviluppato il proprio mercato prima a livello provinciale e solo poi ha scalato, “passo passo”, a mercati sempre più ampi. Questo le ha permesso di affermarsi come brand di riferimento della nuova categoria “energy drink” prima che i colossi delle bevande (Coca Cola o Pepsi) decidessero di fare concorrenza.

**********************************************************************

Pensavi anche tu di lanciare un nuovo prodotto?

Chiedimi una consulenza.

Se ti stai chiedendo come lanciare un nuovo prodotto per aumentare il volume di affari della tua impresa, senza rischiare di fare la fine del povero Sherman, scrivimi qui.

Ne parleremo insieme per verificare se e come lanciare un nuovo business, aiutandoti ad evitare di buttar via soldi e tempo.

Ad maiora!

Leave a Comment: