Come si fa un’analisi Swot aziendale e perché?

come si fa un'analisi swot

Come si fa un’analisi SWOT? Se ancora non la conosci, devi sapere che l’analisi Swot o matrice Swot è essenziale per riuscire a pianificare, analizzare, e creare la giusta strategia per la tua attività.

Il termine SWOT è l’acronimo di: Strenghts (forza); Weaknesses (debolezze); Opportunities (Opportunità) e Threats (Minacce).

Quindi come si può ben intendere dalla definizione di analisi SWOT, questo è una schema che permette di identificare facilmente e velocemente i punti di forza e debolezza interni alla propria azienda e le minacce e le opportunità che invece si trovano all’esterno.

Ma come si fa un’analisi SWOT aziendale? Perché serve un’analisi swot per riuscire a delineare una strategia aziendale migliore? Scopriamolo!

Come si fa un’analisi SWOT: progetto

I diagrammi SWOT sono particolarmente utili per le aziende nel momento in cui si deve delineare una nuova strategia, si deve inserire un nuovo prodotto sul mercato, si deve strutturare un nuovo piano aziendale valutando i pro e i contro.

Fare business senza strategia potrebbe essere pericoloso, ecco perché tutto parte sempre da una corretta analisi e progettazione!

Dunque, il primo passo per fare un’analisi SWOT è determinare l’obiettivo, il progetto chiave, la strategia d’analizzare ecc…

Dopo aver determinato l’obiettivo bisogna iniziare a creare una griglia nella quale inserire:

  • Punti di forza (nella casella in alto a sinistra)
  • Debolezze (nella casella in alto a destra)
  • Opportunità (nella casella in basso a sinistra)
  • Minacce (nella casella in basso a destra)

Ora che hai preparato la griglia puoi andare a costruire l’analisi swot aggiungendo tutti i particolari nelle giuste caselle. Di solito ogni fattore viene inserito con un elenco puntato.

Vediamo ora nel dettaglio, come compilare ogni singola casella della swot analysis.

Come determinare i punti di forza

Il primo passo è determinare i punti di forza, rispetto all’obiettivo che ti sei preposto o al progetto che devi delineare.

In un’analisi SWOT aziendale è possibile sfruttare alcune domande per riuscire a determinare i punti di forza, come:

  • Quali sono i processi aziendali che hanno successo?
  • Quali sono le migliori risorse all’interno del mio team?
  • Quali sono le risorse migliori che ho (tecnologia, contratti, brevetti ecc…)
  • Quali sono i vantaggi competitivi rispetto alla concorrenza?
  • In che modo il mio prodotto/servizio può soddisfare il cliente meglio di altre aziende concorrenti?

Facendoti le giuste domande potrai costruire facilmente il primo riquadro della swot analisi con i punti di forza della tua azienda.

Come determinare quali sono le debolezze?

Una volta compreso quali sono i punti di forza bisogna passare a compilare il riquadro che indica le debolezze interne alla tua attività.

Devi essere molto sincero in quest’ambito, al fine di riuscire poi a risolvere eventuali problematiche presenti in azienda.

Per una buona analisi delle debolezze puoi porti domande come:

  • Ci sono strumenti di cui l’azienda ha bisogno per essere più competitiva che ancora non ha?
  • Quali sono i processi aziendali che hanno bisogno di miglioramenti?
  • Ci sono delle lacune all’interno del team?
  • Il mio posizionamento sul mercato è corretto?
  • Ho un buon piano di marketing aziendale?
  • Quali sono le possibilità che posso sfruttare che però non ho ancora vagliato?

Definizione delle opportunità esterne all’azienda

Ora passiamo al terzo riquadro che richiede di studiare e valutare quali sono le opportunità esterne all’azienda che si possono sfruttare:

  • Il mercato è in crescita, ci sono tendenze che incoraggiano le persone ad acquistare ciò che vendi?
  • Ci sono degli eventi immediati dei quali approfittare per far crescere il business?
  • Ci sono modifiche normative che possono avere un impatto positivo sull’azienda?
  • Quali sono le opportunità aperte sul mercato? Ad esempio, prodotti o servizi che la concorrenza non ha e che tu puoi implementare?

Ultimo riquadro: le minacce

Infine, nell’ultimo riquadro dell’analisi SWOT si devono definire i fattori esterni sui quali non si ha un diretto controllo che possono essere una minaccia sull’attività.

Nel campo delle minacce puoi considerare:

  • Ci sono potenziali concorrenti che stanno facendo il loro ingresso sul mercato?
  • I futuri sviluppi tecnologici possono cambiare il modo in cui gestisci il tuo business?
  • Il comportamento dei potenziali clienti sta cambiando e così le loro esigenze?
  • Ci sono trend di mercato che possono diventare una potenziale minaccia?
  • Ci sono delle normative alle quali bisogna adeguarsi o un aumento delle tasse?

Perché fare l’analisi SWOT per l’azienda?

Ora che hai visto come si fa un’analisi SWOT, ti starai chiedendo perché fare tutto questo lavoro. In realtà, l’analisi permette di avere una visione completa della tua attività, ti aiuta a determinare e creare un percorso di business, un progetto di marketing o un processo di vendita migliore.

Grazie a quest’analisi sarai in grado di vedere la tua attività sotto un nuovo aspetto e una nuova direzione. Inoltre, valutando i punti di debolezza, opportunità e minacce potrai capire come agire con il giusto anticipo o come risolvere le problematiche che non permettono alla tua attività di aumentare profitti e presenza sul mercato.

Stai pensando al futuro della tua attività e azienda? Non vuoi rischiare di attuare una strategia sbagliata? Perdendo tempo e soldi?

Richiedi una consulenza!

Senza impegno, potremmo parlare e potrai mettermi alla prova, mi potrai rendere noti i tuoi problemi e principali difficoltà e insieme valuteremo qual è la strategia migliore per la tua azienda!

Scarica ORA GRATIS ​il report intitolato:

“Come PRENDERE DECISIONI di BUSINESS senza rischi"

Vuoi davvero trasformare la tua azienda in una macchina da soldi?
Non perdere altro tempo con consulenze teoriche e accademiche, scopri qual è il metodo giusto per realizzare il tuo obiettivo

Torna su