Un blog di strategia aziendale per conoscere le strategie che producono profitti
Strategia & Business
Condividilo!

Un blog di strategia aziendale per conoscere le strategie che producono profitti

blog di strategia aziendale

Come ti è venuto in mente di fare un blog di strategia aziendale?

Ho fatto nascere questo blog per parlare di strategia aziendale e strategia d’impresa, ma non come fanno tutti che dicono cose a caso, quì c’è un vincolo:

  • Discutere solo di Strategie che producono profitti.

Se sei interessato a capire come costruire e rendere applicabile una strategia aziendale allora sei arrivato nel posto giusto.

Altrimenti mi dispiace dirtelo, qui stai perdendo il tuo tempo.

Ottimo, proseguiamo con una definizione.

Cos’è una Strategia? E’ un piano d’azione di medio o lungo termine usato per impostare e successivamente coordinare le azioni tese a raggiungere lo scopo predeterminato. Nel nostro caso l’obiettivo è solo uno: i profitti d’impresa.

Perchè la voglia di specificare?

Te lo spiego subito.

Immagino ti sarà capitato di parlare con importanti Manager… aspetta… aspetta, qui mettiamoci prima d’accordo sul chiamare le cose nello stesso modo.

Allora con la parola Manager descrivo, in similitudine con il mondo anglosassone, tutte le figure direzionali, quali Amministratore Delegato, Dirigenti, Direttori ecc. cioè quelle persone all’interno di un azienda che hanno responsabilità operative e capacità di spesa (almeno in teoria…). Lo so che in Italia la parola manager non la si nega a nessuno, ma qui si parla di quelle persone specifiche.

Dai andiamo avanti.

Quindi, ti stavo chiedendo se ti è capitato di parlare con importanti Manager o con importanti Società di Consulenza di Direzione e sentire nominare la “Vision“.

Ecco appunto, la Vision su questo blog non c’entra nulla.

Ma come?

Perchè?

Perchè la Vision è un immagine, un sogno, che non ha nessun collegamento con la realtà del business. Manca di tutti i requisiti di applicabilità e d’impresa.

Già il solo uso della parola è fuorviante. Te lo spiego meglio tra pochissimo. Torniamo ora alla strategia aziendale.

Affinchè abbia senso una strategia ci deve essere una importante caratteristica: la sua applicabilità.

Come dice la definizione stessa, se si lavora sulla strategia si devono preparare le successive azioni (incluse tutte le sue implicazioni) necessarie per raggiungere quegli obiettivi di profitto che si sono prefissati.

Quali azioni?

E quali sarebbero queste implicazioni?

Ci arrivo subito.

Scoprire come rendere applicabile una strategia, ecco perchè questo blog di strategia aziendale

Le componenti fondamentali sono:

  1. Il Marketing
  2. Il Management

Entrambe vanno comprese e modellate per il raggiungimento dei propri obiettivi. E in questo blog ti parlo proprio di come costruire una strategia e di come questa debba essere sviluppata dal marketing e dal management.

Aspetta però.

Parliamo un minuto anche del tipo di obiettivi che deve avere la tua strategia.

Senza troppi concetti, qui l’unico obiettivo che ha senso è uno solo: gli utili d’impresa.

Punto.

Te lo ribadisco perchè è proprio su questo aspetto che la maggior parte dei manager commettono errori.

Se sei d’accordo anche tu, continua a seguirmi, ora vado ancora di più in profondità con il discorso.

Avrai notato finora che NON si parla esplicitamente di fatturato. Sai perchè? Perchè questo è un obiettivo effimero!

Spesso con questa parola si tende a spiegare una strategia aziendale.

Ma è sbagliato.

Seguendo la chimera dell’incremento di fatturato si fanno spesso molti errori strategici che portano al contrario ad una riduzione (ma ho visto anche casi dove è più corretto parlare di “cancellazione” o “distruzione”) dei profitti, nonchè del posizionamento dell’azienda sul mercato. Di conseguenza della sua vitalità e della capacità di agire e reagire. Dei veri disastri.

E’ un po’ strano parlare di queste cose, si parla sempre di “crescita” come della soluzione più logica…

Sono d’accordo!

Infatti il nostro sistema economico è basato sulla crescita. Ma dietro la parola “crescita” si nasconde un tranello.

Si parla di crescita del fatturato o di crescita dei profitti?

Pochi si preoccupano di approfondire questo aspetto quando si parla di strategia aziendale.

Entrambi gli aspetti (fatturato e profitti) della crescita potrebbero esprimere la stessa cosa.

Appunto “potrebbero”.

Ora non più, l’unico concetto che conta sono i profitti, il margine, gli utili.

Punto.

Purtroppo in passato il fatturato e il margine erano confusi. Questo fino a quando non è intervenuta quella novità di mercato che tutti chiamano:

La crisi!

Che nella pratica significa che è arrivata la “concorrenza“.

Fino a poco tempo fa, tutti credevamo che i clienti sarebbero venuti sempre da soli, che le banche avrebbero erogato sempre credito e che avresti potuto sempre imporre il margine che volevi sui tuoi prodotti e servizi.

Poi il mondo è cambiato.

Hai sicuramente notato che ora la concorrenza è in ogni settore. Una concorrenza spietata disposta ad offrire esattamente quello che offri tu (forse anche meglio) ma ad un prezzo più basso.

E’ così!

E cosa è successo alla strategia aziendale?

blog di strategia aziendaleMolti convinti che la “crescita del fatturato” sia il balsamo magico per i loro problemi mettono in piedi qualsiasi possibile azione che possa portare ad un aumento del venduto e quindi del fatturato (facendo sconti e riducendo i margini). Peccato che poi senza un piano per tradurre queste tecniche in un conseguente sviluppo degli utili, si ottiene solo l’effetto di ridurre i profitti.

Vuoi che ti faccia qualche esempio?

Proviamo a pensare alle strategie che vanno più di moda:

  1. Lancio di nuovi prodotti
  2. Acquisizioni e fusioni con altre di aziende
  3. Ingresso in nuovi mercati (quelli che sono più in voga)
  4. Investimenti in marketing e pubblicità per aumentare le vendite
  5. Trasferimenti della produzione all’estero
  6. Ecc.

Beh, che ne pensi?

Tieni conto che queste strategie che ti ho elencato e che stanno facendo tutti purtroppo, alla fine, si rivelano sbagliate.

Lo so che stai pensando “ma se tutti fanno in quel modo ci sarà una ragione?”.

Lascia che ti racconti.

Tutto nasce dal fatto che molti manager (o consulenti di direzione) non hanno idea di cosa fare e si copiano l’uno con l’altro. Questo management non è in malafede, anzi, fa addirittura del suo meglio per cercare di collaborare per lo sviluppo dell’Impresa.

Purtroppo gli capita di commettere errori… “direzionali”.

Stiamo parlando dell’ovvio certo, del resto se non fosse così ci sarebbero solo aziende in grado di produrre utili “a pioggia”. Invece vediamo che la realtà delle imprese è diversa.

Andiamoci a guardare dentro ancora meglio.

Pensa al panorama delle direzioni aziendali. Ti è mai capitato di considerare dei manager (magari famosi) tra i migliori per le loro strategie aziendali? E… poi invece andare a scoprire che le loro stesse decisioni hanno portato a dei cattivi risultati nel medio e lungo periodo sul piano delle vendite, degli ordini, degli utili e della stabilità finanziaria?

Che significa?

Significa che sempre più aziende, spesso inconsapevolmente (qualche volta anche in modo speculativo, ma questo è un altro discorso) a causa dei loro manager stanno lentamente e inesorabilmente logorando il loro posizionamento sul mercato.

Hai presente la tipica giustificazione:

la nostra strategia è giusta ma dobbiamo migliorare la velocita e la capacità di esecuzione?

Bene, questo è il tipico esempio della scarsa competenza del management a decifrare il contesto complessivo della propria impresa e dei propri clienti.

Proprio per questo nasce questo blog di strategia aziendale.

Per cercare di trasmettere che non si può più lavorare e fare impresa come si faceva prima.

O come fanno tutti.

Ti aspetto sul blog.

Ad maiora!

PS: Non perdere gli articoli del blog, iscriviti subito alla newsletter.